Your cart is empty!
View Cart Checkout
Cart subtotal: 0,00

Consigli Utili

Le lenti a contatto sono dispositivi che vengono posizionati direttamente sulla superficie dell’occhio (la cornea) per correggere eventuali difetti visivi, quali la miopia, l’ipermetropia, l’astigmatismo e la presbiopia. Sono costituite, nella maggior parte dei casi, da materiali chiamati “idrogel”, che permettono alle lenti di essere traspiranti, di lasciar passare l’ossigeno, dunque, ed avere una continua sensazione di freschezza. Essendo dei dispositivi medici, devono essere utilizzate con regole e cautela. Ecco quindi qualche informazione utile per adoperarle al meglio.

 

Uso quotidiano delle lenti a contatto

Usare le lenti a contatto monouso? È semplice! Basta aprire il blister, estrarle dalla soluzione asettica e indossarle. Al termine del loro uso quotidiano, potranno essere gettate via, senza l’obbligo della manutenzione quotidiana. Nel caso in cui le lenti a contatto quindicinali o mensili, si dovrà avere cura di riporle in un portalenti e nella soluzione unica per la disinfezione. Le lenti a contatto non dovrebbero essere usate oltre le 24 ore. L’uso prolungato può causare fastidio o addirittura un danno per gli occhi.

È importante, prima di procedere all’acquisto delle lenti a contatto, effettuare una visita dal proprio oculista, che saprà fornire le migliori indicazioni d’uso e confermare l’opportunità, in base alla patologia oculare, del passaggio dagli occhiali alle lenti a contatto.

 

Durata delle lenti

Lenti giornaliere

Lo dice il nome stesso: sono lenti che si possono indossare per tutto il giorno, ma, dopo averle tolte, devono essere cestinate. Le lenti a contatto giornaliere sono semplici e molto pratiche da utilizzare, soprattutto non richiedono alcuna manutenzione o pulizia.

Indossare ogni giorno lenti nuove è un modo igienico e conveniente per utilizzare le lenti a contatto. Infatti, riutilizzare lenti a contatto giornaliere può causare serie infiammazioni alle cornee, che si manifestano con gonfiore eccessivo, dolore e difficoltà a tenere gli occhi aperti. Anche quando il problema si riesce a risolvere con colliri, antibiotici e cortisone, l’occhio non riesce a tollerare più le lenti a contatto, che quindi non possono essere più indossate con la stessa frequenza.

È importante, dunque, fare molta attenzione a come si comportano i nostri occhi indossando delle lenti e, nel caso i fastidi o arrossamenti, è bene toglierle immediatamente.

 

Lenti quindicinali, settimanali o mensili

Le lenti a contatto quindicinali possono essere indossate tutti i giorni, per due settimane. Prima di andare a letto bisogna toglierle, pulirle e lasciarle in ammollo nella soluzione disinfettante; il mattino successivo si potranno nuovamente indossare. Il quindicesimo giorno si dovrò aprire un nuovo blister e cominciare la giornata con un nuovo paio di lenti. Alcune lenti a contatto a ricambio frequente possono essere indossate in modo permanente per svariati giorni o settimane. Bisogna però ricordare che dormire con le lenti a contatto costituisce un fattore di rischio di infezioni, anche serie, agli occhi.

Le lenti che hanno una durata più lunga – quindicinali, settimanali o mensili – vanno incontro alle esigenze di quanti vogliono indossarle con più frequenza. Esse sono meno care e morbide e, in caso di secchezza degli occhi, possono essere lubrificate con le lacrime artificiali.

Se la secchezza deli occhi è molto elevata, il consiglio è quello di indossare gli occhiali durante il giorno, per mettere invece le lenti a contatto giornaliere in caso di uscite, sport, viaggi.

 

Viaggiare con le lenti a contatto

Che sia al mare o in montagna, in paese o in città… viaggiare con le lenti a contatto vuol dire tener presente alcune accortezze.

  • IN AEREO: Occorre informarsi sulle disposizioni in vigore per il trasporto dei liquidi (soluzioni, colliri, lacrime, ecc.). Per esser sicuri di viaggiare a norma di legge, in commercio esistono confezioni di umettanti monodose, pratiche, senza conservanti e con un dosaggio di liquido limitato. Bisogna fare attenzione all’ambiente condizionato e pressurizzato dell’aereo e mantenere gli occhi idratati. Sono consigliate, in questo caso le lenti usa e getta. Evitare di indossarle per un viaggio in aereo più lungo di quattro ore.
  • AUTO: È bene idratare spesso le lenti a contatto con lacrime artificiali, evitare di trascorrere un lungo periodo alla guida e utilizzare occhiali da sole per proteggere gli occhi dai raggi solari. Infine, non toccare le lenti o gli occhi con le mani sporche.
  • TRENO: La climatizzazione delle carrozze potrebbe produrre rossori e fastidi agli occhi, che perdono idratazione. È bene quindi fare uso di lenti a contatto con acido ialuronico che garantiscono una maggiore idratazione degli occhi.

Quale sia il mezzo scelto per il viaggio, è sempre bene fare attenzione a non esporre gli occhi al sole per un periodo prolungato e indossare occhiali da sole di qualità.

 

Ulteriori accorgimenti

È bene non conservare le lenti con l’acqua del rubinetto, perché potrebbe contenere batteri ed altri microorganismi che potrebbero causare gravi infezioni.

Quanti hanno un fototipo chiaro devono fare attenzione e devono utilizzare lenti per la protezione dal sole. Infatti gli occhi verdi o azzurri hanno una quantità di melanina inferiore ai fototipi scuri e assorbono maggiormente i raggi solari.